MELORY, DA NON PERDERE!

Il maglioncino MELORY ad uncinetto realizzato con la tecnica “top-down” è un capo di abbigliamento affascinante e innovativo che offre una serie di vantaggi rispetto ai modelli tradizionali. La principale caratteristica distintiva di questa tecnica è la sua capacità di creare uno scollo unico e versatile, ma soprattutto di creare capi senza cuciture.

La tecnica “top-down” prevede di lavorare l’indumento dall’alto verso il basso, iniziando con il colletto. Questo permette di creare uno scollo che si adatta perfettamente a qualsiasi taglia di seno. Grazie a questa flessibilità, il maglioncino risulta comodo per tutte le donne, indipendentemente dalla loro conformazione corporea. Inoltre, l’incrocio che forma lo scollo, aggiunge un tocco di stile e originalità al capo, rendendolo unico nel suo genere.

Le maniche ampie, sono un’altra caratteristica chiave di questo maglione. La moda di quest’anno mette grande enfasi sulle maniche, e questa creazione non fa eccezione. Le maniche ampie offrono un colpo d’occhio straordinario, conferendo al capo un aspetto davvero trendy. Questo design aggiunge un tocco di eleganza e dinamicità al tuo look, permettendoti di distinguerti dagli altri.

Questo capo non solo ti terrà al caldo, ma diventerà un’opera d’arte indossabile che riflette il tuo stile e la tua creatività.

PARTIAMO DAI NUMERI

Se mi conosci, sai che questi calcoli sono creati da me e non appartengono alla letteratura classica dell’uncinetto. Io ti offro questo spunto, ma se conosci altri metodi, puoi creare il tuo progetto top down come preferisci.

Per questo SCOLLO davvero ORIGINALE ho creato dei calcoli ad hoc per ottenere una sorta di scollo a V che si potesse però adattare a qualsiasi seno, anche ad un seno importante.

COSA DEVI FARE?

Scegli un filo e crea una catenella di 40 cm. Conta quante catenelle hai. Prendi carta e penna e scrivi questo numero. Nel mio caso con il filo GLORIA, ho caricato 56 catenelle per arrivare a 40 cm.

MA IL NUMERO DI CATENELLE E’ GIUSTO?

Per saperlo fai il calcolo secondo lo schema riportato. Estrapola 4 maglie dal totale e poi dividi il numero che esce x 4. Nel mio caso, 56-4= 52 52/4=13

Adesso prendi 13 e fai un’addizione e una sottrazione con 4, quindi 13+4 e 13-4. I numeri che ottieni sono le catenelle che devi lasciare per il lato lungo e per il lato corto dello sprone.

Avendo un numero dispari, 13+4= 17, ho portato questo numero a 18, così da poter ricavare più facilmente il numero di maglie per i quarti anteriori, 9 e 9.

A questo punto se addizionate 9+9+9+9+18+4= 58 cat, vedete che il numero di catenelle iniziali cambia, da 56 passa a 58. Quindi fate 2 catenelle in più e avviate lo sprone.

Lo sprone avrà dunque i 4 aumenti classici del raglan e in più avrà 2 aumenti in chiusura e apertura di ogni riga.

COSA SI OTTIENE CON GLI AUMENTI DI INIZIO E FINE RIGA?

Si creano dei quarti molto più ampi rispetto alla lavorazione classica e quindi si otterrà una maggiore vestibilità per il seno.

Guardate la penna. questa segna una perpendicolare che traccia quella che sarebbe stato il bodo dello scollo senza gli aumenti. Io ho guadagnato circa 10 cm per ciascun quarto, lasciando le spalle, le maniche e il resto della circonferenza ben proporzionate.

OBIETTIVO

Il vostro obiettivo è il vostro sottomanica. raggiunto il quale dovete fermarvi, anche se manca ancora qualche cm al raggiungimento della circonferenza perfetta. A questo punto misurate lo sprone una volta piegato. Io ho 15/16 cm sulla maniche e poco più di 40 cm sulla circonferenza. Ho raggiunto il sottomanica, ma il giro torace no!

Come rimediare? Se non avete raggiunto la circonferenza perfetta, aggiungete delle catenelle alla chiusura del raglan. Ciascuno inserirà il numero di catenelle gusto in base ai cm mancanti.

Io ho inserito 4 catenelle, così ho aggiunto qualche cm alla circonferenza ed anche allo scalfo.

ADESSO???

Adesso dovete decidere se preferite creare una maglia o un cardigan. Cosa manca al tuo guardaroba? Io ho scelto di creare una maglia. Mi rendo conto che sfrutto più i maglioni dei cardigan. Quindi procedo chiudendo lo scollo.

Basterà indossare lo sprone e sovrapporre i quarti. prendete dei marker per segnare i riferimenti e quindi procedete con la parte due della maglia.

HAI DECISO DI FARE IL CARDIGAN?

Ti basterà continuare a lavorare in righe di andate e ritorno, inserendo gli aumenti necessari a dare al vostro cardigan il taglio che vi veste meglio. IMPORTANTE: Non inserite più gli aumenti a inizio e fine riga. Inserite da 4 a 8 aumenti per riga, a righe alterne, e misurate spesso il pezzo per capire se state procedendo bene.

HAI DECISO DI FARE LA MAGLIA?

Basterà sovrapporre i quarti e tenere i riferimenti con i marker. Quindi riprendete il lavoro a punto alto e quando passate nel punto della sovrapposizione, prendete il punto alto su entrambi i quarti. In questo modo fate i vostri punti e contemporaneamente cucite le due metà. Quindi si procederà per la lunghezza, anche in questo caso inserendo gli aumenti se e dove necessari.

MA COME SI INSERISCONO GLI AUMENTI?

Aumentare, significa lavorare 2 punti nella stessa maglia di base. Se decido di inserire degli aumenti, lo farò secondo un criterio. Quanto devo allargare?. Potete partire con 4 o 6 punti alti. Significa lavorare x 4 o 6 volte 2 punti nella stessa maglia di base. MAI gli aumenti vanno lavorati vicini. Bensì. vanno distribuiti nel totale del giro.

Gli aumenti possibilmente, non vanno inseriti ad ogni giro, ma meglio se a giri alterni… uno si e uno no, oppure ogni due giri. In questo modo controllate meglio la forma del capo che state realizzando e non rischiate di creare delle deformazioni.

Io mi sono fermata al fianco, ma volendo si può procedere in lunghezza ricavando un bellissimo abito invernale.

Non ci resta che fare le maniche. Queste sono il punto di forza della maglia ed il colore non ha fatto altro che aggiungere un notevole colpo d’occhio. Questo non vi obbliga a creare per forza maniche supercolorate. Anzi. E’ il taglio che conferisce carattere al pezzo, quindi se scegliete un colore unico per tutta la maglia, non perderete affatto lo stile.

I COLORI?

Questa maglia avrà la sua resa sia con filati colorati che non. Quindi potrete optare per fili sfumati, tinta unita o laminati. Ogni filo o colore contribuirà a dare un aspetto diverso alla maglia permettendoti grande margine di personalizzazione.

Per la maglia MELORY ho scelto il GLORIA. E’ uno dei miei filati preferiti e ogni volta che posso lo prendo per la sua morbidezza e durata. Infatti anche dopo tanti lavaggi, il filo resta soffice e non crea pallini.

Ecco cosa ho usato per realizzarlo:

📌 300g GLORIA

📌 4 GOMITOLI GLORIA VERDE MILITARE https://www.tessiland.com/it/alpaca-e-misti/10074-gloria-militare-gr-50.html?affp=8779

📌 1 GOMITOLO GLORIA PANNA https://www.tessiland.com/it/alpaca-e-misti/10109-gloria-panna-gr-50.html?affp=8779

📌 1 GOMITOLO GLORIA ROSA ANTICO https://www.tessiland.com/it/alpaca-e-misti/10112-gloria-rosa-antico-gr-50.html?affp=8779

📌 1 UNCINETTO 4 https://www.tessiland.com/it/ergonomici/10219-uncinetto-amour-clover-n-4.html?affp=8779

ALTRI PROGETTI CON IL GLORIA

MAGLIA GLORIA https://youtu.be/U5uJcOtu0gE?si=nPsSYyVCyr_6SyuO

MAGLIA GURU https://youtu.be/CvVRx1_3iqo?si=5fRdUWQmvxzI2Bmd

PONCHO ZARA https://youtu.be/ZscTF6s1MSI?si=zV6MeoQdj6_P7vyl

👉👉PER I PRODOTTI IL SITO E’: https://www.tessiland.com/it

You May Also Like