MIRABELLE

In inglese il verbo tote significa portare: quindi letteralmente tote bag significa “borsa per portare”. Le tote bags sono quindi borse per la spesa (conosciute anche come shopping bags) o, meglio, sono nate come ampie e pratiche borse dove poter infilare di tutto!

Da semplici borse della spesa, le Tote Bag sono diventate un vero e proprio must have e tutte le donne ne vogliono una nel loro armadio. La tote dunque, racconta il carattere di una donna che ama la praticità senza rinunciare allo stile.

La mia TOTE BAG si ispira dunque a questo stile, ricercato, ma semplice, perfetto per ogni occasione ma soprattutto con uno sguardo sempre rivolto alla praticità e al quotidiano.

Cosa vi serve per realizzarla?

Fondo 30×10 grigio/ 2 rocche di Skinny argento/ 1 fodera in feltro / uncinetto 3/ manici in bamboo/ 1 portachiavi

Partiamo dal fondo

Lo prepariamo inserendoci con 3 punti bassi per ogni foro presente sul lato corto e lavorando 2 pb per ogni foro sui lati lunghi.

Nel secondo giro di punti bassi, inseriamo 1 punto basso per ogni punto basso del giro precedente. Inoltre inseriamo degli aumenti. Lavoriamo 3 aumenti in ogni angolo e inseriamo in linea un aumento ogni 4 punti.

Alla fine del secondo giro di punti bassi, ottengo 160 maglie.

Importante, per il punto fantasia occorre lavorare su un multiplo di 10

fondo
aumenti

Dopo aver eseguito 2 giri a punto basso, aggiungo un giro a punto alto, lavorando punto su punto. Quindi avrò 160 maglie alte alla fine del terzo giro. Attenzione. Nel caso con i primi due giri di pb non abbiate raggiunto il multiplo di 10, potete aggiungere i punti mancanti nel giro delle maglie alte.

Terminato il giro dei punti alti, siamo pronti per avviare il motivo.

Per lavorare i rombi si comincia così:

giro 1= 9 punti alti a rilievo davanti + 1 punto alto a rilievo dietro

giro 2= 7 punti alti a rilievo davanti + 3 punti alti a rilievo dietro

giro 3= 5 punti alti a rilievo davanti + 5 punti alti a rilievo dietro

giro 4= 3 punti alti a rilievo davanti + 7 punti alti a rilievo dietro

giro 5= 1 punto alto a rilievo davanti + 9 punti alti a rilievo dietro

giro 6= 1 punto alto a rilievo davanti + 9 punti alti a rilievo dietro

Eseguendo questa sequenza disegniamo metà rombo. Noterete infatti che il rombo formato dai punti a rilievo davanti si rimpicciolisce, mentre il rombo formato dai punti a rilievo dietro si ingrandisce.

Inseriti i due giri con 1 punto alto a rilievo davanti + 9 punti alti a rilievo dietro, si cambia e si cominciano ad aumentare i punti a rilievo davanti:

giro 7= 3 punti alti a rilievo davanti + 7 punti alti a rilievo dietro

giro 8= 5 punti alti a rilievo davanti + 5 punti alti a rilievo dietro

giro 9= 7 punti alti a rilievo davanti + 3 punti alti a rilievo dietro

giro 10= 9 punti alti a rilievo davanti + 1 punto alto a rilievo dietro

giro 11= 9 punti alti a rilievo davanti + 1 punto alto a rilievo dietro

In questo modo avrete formato i rombi completi e si riparte.

Questo è l’effetto della lavorazione. Ho alzato la borsa per 24 cm ed ho inserito al suo interno la fodera in feltro. Essendo lo skinny un filo morbido, la fodera più rigida aiuta a tenere in piedi la borsa. Inserita la fodera, stendete bene il vostro lavoro a uncinetto fin quando il bordo della borsa non coincide con quello della fodera.

A questo punto farete 2 giri a punto basso.

Dopo aver eseguito due giri a punto basso, farete il terzo, sempre a punto basso, ma in costa retro. In questo giro andremo ad inserire anche i manici in bamboo.

Terminato il giro in costa ne farete altri 4/5, per poter creare una fascia da ripiegare verso l’interno.

Il giro in costa permette alla fascia di piegarsi facilmente all’interno della borsa. Se avete un filo diverso, farete i giri necessari per coprire i fori presenti sulla fodera.

A questo punto fissate il tutto e con ago e filo cucite…

Visto che i fori nella fodera sono un po distanti, attenzione a non fare dei punti lunghi che rovinano l’estetica del lavoro. Sistemata la fodera avrete un interno assolutamente perfetto… per chi non sa cucire, queste fodere sono assolutamente fantastiche. Inoltre la rigidità permette di sostenere la borsa quando questa è realizzata con filati leggeri o non rigidi, quindi ovviate anche all’utilizzo di reti o indurenti.

La borsa così realizzata si presenta con una texture davvero chic, particolare ma con il giusto tocco di stile, tanto da potersi adattare a tutti gli outfit e accompagnarci così in ogni momento della giornata.

You May Also Like