SAPETE COS’E’ IL PANTONE?

Nel 1963, Pantone ha sviluppato il primo sistema di corrispondenza dei colori. Grazie a questo sistema, il colore diventò “coerente” per designer, tipografi, produttori di inchiostri ecc.. Il Pantone Matching System (PMS) è il sistema di standardizzazione del colore che aiuta nella corrispondenza e identificazione del colore. Ogni colore nel Pantone Matching System ha il proprio numero univoco (numero PMS) e questo consente una corrispondenza esatta per ogni colore. Il numero di identificazione è composto da tre o quattro cifre seguito dalle lettere U, C o M. 

Il Pantone Matching System è composto da 1.867 colori creati combinando 13 pigmenti di base. Ogni anno dunque, Pantone sceglie un colore e lo elegge “colore Pantone dell’anno”. Il colore dell’anno diventa “moda” e da quì partono le tendenze stilistiche di quella stagione a cui designer, stilisti ecc fanno riferimento per le loro proposte.

Sapete qual è il colore Pantone per la prossima primavera? Il MAGENTA! Dunque sarà intorno a questo colore e alle sue combinazioni che si svilupperanno le proposte moda che vedremo presto nelle vetrine.

Nelle tendenze moda di questa primavera non mancano colori decisi, come arancio, verde prato e giallo intenso. Decisamente più soft i colori pastello per chi proprio non riesce ad osare con i colori… notiamo un delicato verde salvia, in glicine e un bellissimo grigio polvere.

Quindi, guardando questi colori, ho deciso di orientare le mie scelte cromatiche per i prossimi tutorial…

Iniziamo con il verde prato e la mia proposta è:

Ispirata alla pasticcino della linea Weekend di Max Mara, la mia pochette è resa particolare nel design proprio dalla chiusura cli clac. Se non lo sapete, vi svelo che, la forma delle nostre pochette viene data proprio dalla chiusura clic clac. Sono tante le forme esistenti e le misure… ogni dettaglio aiuta a conferire alla borsa un taglio e un aspetto singolare. Ovviamente bisogna fare attenzione a coordinare le finiture metalliche ( o solo oro o solo argento) e creare poi un’assonanza con i cordini.

Ogni cordino ha delle caratteristiche estetiche e tecniche che li rendono unici e perfetti per alcune lavorazioni più che per altre. Per esempio, nel mio progetto Weekend, ho scelto un cordino pratico da lavorare perchè non stanca la mano, ma molto compatto alla lavorazione. In questo modo la borsa si sosterrà senza bisogno di sostegni interni. Per questo modello dunque, No a lana e cotone o a cordini poco sostenuti. Otterreste una struttura più floscia e meno leggibile.

You May Also Like