Parola d’ordine: “Costruire!”

Quando vediamo un progetto che ci piace, il nostro primo pensiero è: ” come si fa?” Quindi proviamo a chiedere uno schema, delle misure, il tipo di filo usato…ma queste informazioni ci restano utili? A volte si, a volte no!

A volte ci rendiamo conto che la tecnica usata va la di sopra delle nostre possibilità, quindi rinunciamo. Ma siete sicuri? Io dico sempre che non c’è mai un solo modo di fare le cose. Magari vi viene mostrata una tecnica, sì, ma non sarà l’unica capace di darci un certo risultato.

Quindi avviare una maglia, una giacca, adattare la taglia rispetto al video che abbiamo seguito, a volte ci resta davvero difficile. La prima reazione è quella di rinunciare…ma se fate mente locale su quante tecniche conoscete, sicuramente ne ricorderete una che vi è piaciuta, che avete trovato semplice e con pochi semplici passaggi, potrete fare quello che fino a poco fa vi sembrava impossibile.

Quante tecniche conoscete? Io sono sicura che direte, 1 o 2….secondo me sono molte di più. Scommettiamo?

Guardate…

giacca a pannelli

Io l’ho costruita a pannelli, realizzando prima il retro e poi i quarti. A cuciture avvenute ho aggiunto le maniche. Ma secondo voi è il solo metodo possibile? Sicuramente no!

Vi offro adesso una carrellata di progetti in cui ho usato tecniche differenti, semplici e intercambiabili.

top down sprone rettangolare
top down con anello magico
giacca a piastrelle
giacca cocoon
giacca a “U”
giacca esagoni
giacca a T

Le ricordavate tutte? Probabilmente no! Sono certa che tra queste, ce ne sono diverse che avete sperimentato e apprezzato per la semplicità di esecuzione. Le tecniche di costruzione sono dunque il vostro primo strumento di lavoro…

Con la giusta esperienza saprete trovare il modo di riadattare un punto con la tecnica che avete scelto e riuscirete a realizzare con più facilità progetti che prima sembravano impossibili….

You May Also Like