CANOTTA MISSLULU’

Per quanti pensano che righe e pois non siano due fantasie appropriate…sorpresaaaaa…

dal web
dal web

In tutte le stagioni e accostando i colori più svariati, le righe ed i pois insieme fanno sempre chic, fanno moda, fanno tendenza. Quindi nella mia versione più semplice e rigorosamente handmade, non poteva mancare un pezzo così, modaiolo ma sobrio, classico ma anche contemporaneo.

Per realizzare la nostra blusa, abbiamo bisogno di due pannelli. Ognuno con una fantasia diversa. Sono partita con le piastrelle…

Realizzarle è molto semplice. Scegliete un colore per i pois e avviate nell’anello magico, 12 pa. Questi diventeranno 24 nel giro seguente, perche si dovranno lavorare 2 pa per ogni pa sottostante. Lasciate adesso il primo filo e prendete l’altro. Nel primo giro si lavorano 5 pa e un aumento, per un totale di 9 pa consecutivi. Nel giro seguente i pa diventano 13, poi 17, ecc… Ad ogni giro il lato cresce di 4 pa alti rispetto al precedente. Procedendo così, potrete allargare la piastrella della misura che più vi serve. Infatti è dalla misura di quest’ultima che potrete adeguare la taglia della blusa.

Per creare un effetto degradè, ho mantenuto la lavorazione della piastrella sempre uguale, ma ho giocato con il colore. In tutto ho realizzato: 10 piastrelle con il centro rosa grande, 5 piastrelle con il centro rosa piccolo e 5 tutte di un colore. Ovviamente potrete modificare questo schema a vostro piacimento e creare un effetto a pois sparsi o tutti della stessa misura.

Con 5 giri totali ottengo una piastrella di 9.5 cm. Cucendone insieme 5, raggiungo la misura di 48/50 cm.

Adeguamento della taglia. Qual è la vostra circonferenza? Ammettiamo che abbiate necessità di raggiungere i 55 cm. Farete 55/5=11. Ogni piastrella dovrà essere di 11 cm, quindi un giro in più sarà sufficiente. Potete anche decidere di unire 4 piastrelle invece di 5, in quel caso, per raggiungere i 55 cm, farete 4 piastrelle da 14 cm….il principio è sempre lo stesso. Decidete il numero di piastrelle e dividete per la vostra misura. In questo modo saprete quanto deve essere grande ogni mattonella.

Io ne cucio insieme 5 in larghezza e 4 in altezza. Il mio pannello così è 48×37.

Cuciture: ci sono vari sistemi per cucire tra loro le piastrelle, uno dei più semplici è quello di usare un ago e di unire le piastrelle unendo le coste esterne dei punti. Fate solo attenzione a non tirare troppo il filo per evitare la formazione di pieghe.

Secondo pannello...

Il secondo pannello dovrà avere la misura del primo, per me 48×37, solo che lavoriamo solo a punto alto creando a piacere delle righe.

Realizzati entrambi i pannelli, questi vanno cuciti per tutta la lunghezza, senza lasciare lo spazio per lo scalfo. Ripassiamo il bordo inferiore, creando una fascia che si appoggia sui fianchi. Anche quì potrete alternare i colori a vostro gusto, l’importante è che nel primo giro di punti alti, andiate a lavorare delle diminuzioni per evitare anche quì inutili pieghe.

E’ giunto il momento di procedere con scollo e scalfo. Ricordate il maglione Estela? Ecco la procedura è la stessa. Si lasciamo 5/7 cm per lo sclafo e si avvia una catenella volante. Si parte da un marker e si arriva all’altro. Il numero di catenelle non è soggetto a multipli, ma dovrà essere pari allo scalfo maniche che di solito lasciate per la maglieria. Quando avrete ricavato i due scalfi, andrete avanti facendo dei giri di punti alti, in cui si dovranno lavorare 8 diminuzioni per ogni giro. Io ho inserito le diminuzioni, prima e dopo ogni spallina, per ricreare una sorta di raglan.

In questo punto della lavorazione potete decidere: Maglia o canotta? C’è poca differenza in realtà. Si tratta solo di fare dei giri in più o in meno. Per la canotta ne sono serviti 4, per una maglia farete tutti quelli necessari fin quando lo scollo non è come piace a voi. Salendo si continua sempre a diminuire.

Ho completato il progetto cucendo alle spalline un piccolo volant. Per realizzarlo ho avviato lo stesso numero di catenelle dello scalfo (40cat). In un primo giro, ho eseguito 1 pa + 1 aum. Questo ci da il volume. Poi ho proseguito con 1 riga a pa e poi con 1 di quadretti. Se preferite accennare ad una manica, allora farete qualche riga in più.

clicca per vedere i prodotti

300g DONNY uncinetto 3.5

You May Also Like