SCUOLA UNCINETTO

SCUOLA UNCINETTO

 

SUL MIO CANALE YOUTUBE AVETE MODO DI SEGUIRE UNA SCUOLA DI UNCINETTO.

SI PENSA ALLA SCUOLA DI UNCINETTO COME ALL’INSEGNAMENTO DEI PUNTI BASE E BASTA. MA NON POSSIAMO CERTO LIMITARE L’INSEGNAMENTO DELL’UNCINETTO A PUNTO BASSO E CATENELLE. QUESTO MONDO E’ MOLTO AMPIO E TANTE SONO LE TECNICHE, I TRUCCHETTI E I METODI PER FARE LE STESSE COSE.

PUO’ ESSERE UTILE CONOSCERE I FILI, CONOSCERE  IL MODO DI ABBINARE UN UNCINETTO AD UN FILO, O COME FARE UN CAMPIONE.

COSì SETTIMANA DOPO SETTIMANA HO CERCATO DI METTERVI A CONOSCENZA DELLE NOZIONI DI BASE AFFINCHE’ NESSUN LAVORO RAPPRESENTI UN OSTACOLO PER CHI INIZIA A PRENDERE CONFIDENZA CON QUESTA ANTICHISSIMA TECNICA.  SDOGANATA CERTAMENTE DAL CONCETTO DI VECCHIO E DI “NONNA” CHE SI PORTA DIETRO DA SEMPRE, OGGI L’UNCINETTO E’ STATO RIVALUTATO, RISCOPERTO E CERTAMENTE L’INTRODUZIONE DI FILI E TECNICHE, HA PERMESSO DI ALLARGARE L’ORIZZONTE E LA CREATIVITA’ DI CHI FA DI QUESTA TECNICA NON SOLO UN PASSATEMPO MA UN VERO E PROPRIO LAVORO.

SEMPRE DI PIU’ LE PERSONE CHE ATTRAVERSO FIERE E MERCATINI CERCANO DI PRESENTARE IL FRUTTO DELLA LORO CREATIVITA’ E DEL LORO SAPER FARE. NON SEMPRE RICONOSCIUTO COME UN VALORE, OGGI FORSE L’OSTACOLO MAGGIORE E’ PROPRIO QUELLO DI VEDERE RICONOSCIUTA LA PROPRIA MANODOPERA.

ARGOMENTO FREQUENTE DEI DIBATTITI INFATTI E’ QUELLO DI DARE UN VALORE A CIO’ CHE REALIZZIAMO.

PURTROPPO, A DISPETTO DI ALTRE CATEGORIE, NON ESISTE UN TARIFFARIO NAZIONALE E ANCHE SE CI FOSSE, CIO’ NON LIMITEREBBE LA TRATTATIVA CHE SI LEGA ALLA VENDITA DEI MANUFATTI, ANCHE QUANDO QUESTI SONO SU ORDINAZIONE.

IL CONSIGLIO CHE IO DO A TUTTI E’ QUELLO CHE CREARE UN BOOK FOTOGRAFICO E ATTRAVERSO UNA DIDASCALIA, AGGIORNARE MATERIALI E COSTI. IN QUESTO MODO SARA’ SUBITO CHIARO QUELLO CHE PUò ESSERE IL COSTO DEL LAVORO. SE POI SI RIESCE, L’IDEALE SAREBBE QUELLO DI FARSI CONSEGNARE UN ACCONTO IN MODO CHE NON SI ABBIANO SORPRESE FINALI. NON E’ INCONSUETO INFATTI IL MANCATO RITIRO DI UN PEZZO FATTO SU ORDINAZIONE.

QUI DI SEGUITO VI INSERISCO IL LINK DELLA PLAYLIST DEDICATA ALLA SCUOLA DI UNCINETTO CHE RICOMINCEREMO A PARTIRE DA OTTOBRE.

 


I FILI

IL MONDO DELL’UNCINETTO SI E’ ARRICCHITO DI MOLTISSIMI PRODOTTI, MOLTI PIU’ PERFORMANTI E ALL’AVANGUARDIA. PASSATA L’EPOCA IN CUI A DIVIDERSI IL LAVORO ERANO SOLO COTONE E LANA.

DAGLI ANNI 70, OGGI ABBIAMO RISCOPERTO MATERIALI POVERI COME LA JUTA, LA CANAPA, LA RAFIA CHE PER TANTISSIMI ANNI SONO STATI BEN LONTANI DALL’ESSERE CONSIDERATI COME PRODOTTI VALIDI. CERTO, C’E’ STATA ANCHE L’EPOCA IN CUI UNCINETTO ERA QUASI SOLO SINONIMO DI FILET. IL CENTRINO DELLA NONNA E’ QUELLO CHE NELL’IMMAGINARIO COMUNE VIENE ASSOCIATO ALLA PAROLA UNCINETTO. CHI COME ME VIENE DA PAESI MOLTO PICCOLI, ANCORA SOVVIENE IL RICORDO DELLA NONNINA INTENTA NELL’ENNESIMA COPERTA MATRIMONIALE PER UNA NIPOTE. LA MIA VICINA ORMAI NON GUARDAVA PIU’ NEANCHE IL LAVORO, TANTO IL DISEGNO SI ERA SCOLPITO DENTRO LA SUA TESTA.

PASSATA QUELL’EPOCA. ORA LA NUOVA INDUSTRIA DELL’UNCINETTO PUNTA A FORNIRE ALLE CREATIVE MATERIALI NUOVI, CAPACI DI STUZZICARE LA CURIOSITA’, LA CREATIVITA’ E L’IMMAGINAZIONE.

PARLIAMO DEI CORDINI THAILANDESI, DEI FILATI A LAVORARE CON LE MANI E DI MOLTO ALTRO CHE VIA VIA VEDREMO NEL CORSO DEI VIDEO.

LA SCELTA DEI MATERIALI E’ IL 50% DEL LAVORO. SPESSO ABBIAMO UNA BUONA IDEA E MAGARI IL FILO SI RIVELA  SBAGLIATO, NON IN GRADO CIOE’ DI RISALTARE NEL GIUSTO MODO IL NOSTRO PROGETTO. SEGUIRE UN VIDEO SPESSO CI METTE AL RIPARO DA ERRORI DI QUESTO TIPO. SE IL RISULTATO DI QUELLO CHE VEDIAMO CI PIACE E IL TUTORIAL E’ SPIEGATO BENE…ALLORA NON ABBIAMO CHE DA PROCEDERE. PRENDERE QUEL FILO O UN SIMILARE, PRENDERE L’UNCINETTO INDICATO E PROCEDERE.  BEN DIVERSO QUANDO INVECE CERCHIAMO DI FARE UNA SOSTITUZIONE.

IL CONSIGLIO CHE POSSO DARVI E’ QUELLO DI CERCARE IL FILO USATO PER QUEL VIDEO E CAPIRE PESO E METRAGGIO DEL GOMITOLO. CERCARE QUINDI COME SOSTITUTO UN FILO CHE SI AVVICINI COME SPESSORE E METRAGGIO…IN QUESTO MODO POSSIAMO ESSERE CERTE CHE IL RISULTATO SARA’ MOLTO VICINO ALL’ORIGINALE.

 

PersonalTrainerCertification.us